Montepulciano (Siena)

Parrocchie di Montepulciano

Cari amici visitatori, a nome di questa comunità cristiana voglio darvi il benvenuto nel nostro portale, così ricco di notizie e materiale a disposizione per ciascuno. Sin dai tempi di san Paolo, poco dopo la risurrezione di Gesù, la Chiesa ha annunciato il Vangelo e camminato insieme all’uomo assicurando vicinanza, amicizia e sostegno. Vogliamo farlo anche noi, attraverso queste pagine “navigabili”: vogliamo che la bella notizia giunga ad ogni essere umano e soprattutto ad ogni cuore. Vogliamo parlare al cuore di ciascuno per mezzo delle notizie che condividiamo volentieri attraverso questa “porta” digitale, come testimoni credenti e credibili in quest’alba del nuovo millennio. Siate pertanto i benvenuti nel nostro sito web! Insieme a me vi salutano don Giovanni, vicario parrocchiale, e i cristiani di Montepulciano, città dedicata a Maria, Madre del Buon Viaggio.

Don Domenico
Parroco

Per il bene di tutti

Lo chiamavano il Messia, in ebraico l’Unto: colui che, consacrato da Dio come il più grande profeta, sacerdote e re, avrebbe liberato dal male il popolo di Dio. Tutti lo attendevano, tranne forse chi nel proprio benessere non si rendeva conto del male che infliggeva agli altri. Il profeta Giovanni sentì parlare delle opere di Gesù e volle sincerarsi che fosse proprio lui il Messia, perché l’idea del bene e della salvezza sono spesso soggettive. Quante volte nella storia il bene di qualcuno è stato fondato sul male di altri: sfruttamento, ingiustizia, razzismo... Gesù non costruiva barriere, semmai le distruggeva. Faceva capire che l’amore di Dio è più forte delle malattie, del male e persino della morte. E chi vive qualsiasi povertà ha diritto di essere colmato di bene. È sempre stato questo il piano di Dio, messo a repentaglio dal peccato degli uomini. Con Gesù questo piano torna vivo e attuale, perché nella comunità dei suoi seguaci la giustizia è imprescindibile, l’amore è la regola, il bene è comune. Le fatiche della vita sono più leggere perché condivise, il percorso è pieno di speranza perché la meta è chiara, si percepisce nella fede il sostegno robusto di Dio. Ogni Natale risuona il lieto messaggio del Messia. Troverà orecchie pronte ad ascoltarlo e passi concreti che seguiranno le sue orme? Noi cristiani ce lo auguriamo, per il bene di tutti.

Calendario liturgico settimanale

  • Lunedì 16:
    LO 3ª set

    Ore 18.00: Santa Messa all’Antoniano presieduta dal Vescovo con la partecipazione del Serra Club diocesano per lo scambio degli auguri di Natale.

    Nm 24,2-7.15-17b; Sal 24 (25); Mt 21,23-27
    Il battesimo di Giovanni da dove veniva?
    R Fammi conoscere, Signore, le tue vie.
    Opp. Sei tu, Signore, la via della vita.

  • Martedì 17:
    LO 3ª set

    Ore 12.00-13.00: Ritiro del vestiario alla sede Caritas
    Ore 18.00: Santa Messa al Gesù (Livio)

    Gn 49,2.8-10; Sal 71 (72); Mt 1,1-17
    Genealogia di Gesù Cristo, figlio di Davide.
    R Venga il tuo regno di giustizia e di pace.

  • Mercoledì 18:
    LO 3ª set

    Ore 18.00: Santa Messa al Gesù (Defunti Batignani)

    Ger 23,5-8; Sal 71 (72); Mt 1,18-24
    Gesù nascerà da Maria, sposa di Giuseppe, figlio di Davide.
    R Nei suoi giorni fioriranno giustizia e pace.

  • Giovedì 19:
    LO 3ª set

    Ore 10.00-15.00: Incontro del clero diocesano col Vescovo a Chiusi Città
    Ore 17.00: Adorazione Eucaristica per le vocazioni e Vespri al Gesù
    Ore 18.00: Santa Messa al Gesù
    Ore 20.00: Conviviale con le Opere Ecclesiastiche Riunite in Canonica per lo scambio degli auguri di Natale

    Gdc 13,2-7.24-25a; Sal 70 (71); Lc 1,5-25
    La nascita di Giovanni Battista è annunciata dall’angelo. R Canterò senza fine la tua gloria, Signore. 

  • Venerdì 20:
    LO 3ª set

    Ore 9.30-12.00: Distribuzione del vestiario alla sede Caritas
    Ore 18.00: Santa Messa al Gesù
    Ore 18.00-22.00: Catechesi con i cresimandi in Canonica e scambio degli auguri di Natale con le famiglie

    Is 7,10-14; Sal 23 (24), Lc 1,26-38
    Ecco, concepirai e darai alla luce un figlio.
    R Ecco, viene il Signore, re della gloria.

  • Sabato 21:
    LO 3ª set

    Ore 10.00-11.00: Sacramento della Confessione in Canonica
    Ore 15.30: Liturgia della Parola a San Biagio con i ragazzi della catechesi e le loro famiglie per lo scambio degli auguri di Natale
    Ore 18.00: Santa Messa al Gesù (Marino e Adelina)
    Ore 21.15: Concerto di Natale al Gesù offerto dall’Associazione degli Amici dell’Istituto di Musica in collaborazione con la Fondazione Cantiere

    S. Pietro Canisio (mf)
    Ct 2,8-14 opp. Sof 3,14-17; Sal 32 (33); Lc 1,39-45
    A cosa devo che la madre del mio Signore venga a me? 
    R Esultate, o giusti, nel Signore; cantate a lui un canto nuovo. Opp. Cantiamo al Signore un canto nuovo.

  • Domenica 22:
    LO 3ª set

    Ore 9.30: Santa Messa al Gesù (Pro populo)
    Ore 11.00: Santa Messa a San Biagio con la benedizione dei bambinelli
    Ore 12.00: Santa Messa in Cattedrale
    Ore 18.00: Concerto di Natale della Corale “Le Grazie” al Gesù

    4ª di Avvento
    Is 7,10-14; Sal 23 (24); Rm 1,1-7; Mt 1,18-24
    Gesù nascerà da Maria, sposa di Giuseppe, della stirpe di Davide.
    R Ecco, viene il Signore, re della gloria.

News

Le notizie e i programmi

AltRa Stagione - Tempio di San Biagio

AltRa Stagione - Tempio di San Biagio

AltRa Stagione - Tempio di San Biagio – Montepulciano 30 novembre 2019, ore 16.00

Leggi tutto

La benedizione di Papa Francesco

La benedizione di Papa Francesco

Anche PapaFrancesco ha inviato alla città di Montepulciano...

Leggi tutto

Omelia nella 32^ domenica del tempo ordinario

Omelia nella 32^ domenica del tempo ordinario

Omelia nella 32^ domenica del tempo ordinario

Leggi tutto

Programma fino a Domenica 17

Programma fino a Domenica 17

Pubblichiamo il programma della settimana fino a domenica 17 novembre.

Leggi tutto


  • Confessioni

    In occasione delle feste natalizie invitiamo tutti ad accostarsi al Sacramento della Riconciliazione, ogni sabato in Canonica o chiedendo personalmente ai sacerdoti. E’ cosa buona e giusta accostarsi al Sacramento dell’Eucaristia col cuore libero da ogni peccato e sgombro da ogni macchia accumulata col tempo. Sfruttiamo questo tempo prezioso che ci viene donati e approfittiamo della Penitenza.
  • Confessione dei bambinelli

    Durante l’Eucaristia in San Biagio, domenica prossima, benediremo le statuine del bambinello che ciascuno porterà con se. Con questo gesto vogliamo affermare il nostro sincero radicamento al Presepe, umile simbolo della nascita di Gesù. Con un’apposita preghiera invocheremo la benedizione sulle statuine che poi, la notte di Natale, verranno collocate all’interno delle nostre case.
  • Eucarestia col Serra Club

    Lunedì sera celebreremo l’Eucaristia col Serra Club all’Antoniano (ore 18.00) in occasione dello scambio di auguri; al termine è previsto un momento conviviale. Faremo anche gli auguri alle nostre suore.
  • Vangelo Vivo

    È finito sui giornali per l’ordinanza comunale dal titolo: «Istituzione del divieto a manifestare rabbia, cattiveria, rancore ed ogni atto fisico teso ad arrecare offesa a singoli o gruppi di persone». Con sanzioni per chi non la rispetta, ad esempio, la lettura della Costituzione, di “Se questo è un uomo” di Primo Levi, o di “Il razzismo spiegato a mia figlia” di Tahar Ben Jelloun, e via educando. Andrea Costa, giovane sindaco di Luzzara (Reggio Emilia), eletto al primo mandato con il 50% dei voti e rieletto con il 70%, dichiara apertamente: «A me interessava aprire un dibattito. Negli ultimi anni, a partire dai social media, siamo stati circondati dalla rabbia. Eppure non serve, perché ci lascia sempre soli. Questa terra insegna che la cooperazione è il modo per uscire dai guai. E io non posso occuparmi solo della manutenzione stradale, voglio prendermi cura anche dell’anima dei miei concittadini».
  • La guida di San Biagio

    Sono disponibili le nuove guide della Chiesa di San Biagio al prezzo di € 9,00: sono illustrate e a colori, con molte fotografie e soprattutto con un testo rinnovato in base alle ricerche di questi ultimi anni. Chiunque volesse acquistarla, anche per regalarla, può rivolgersi a don Domenico. Anch’essa è frutto della collaborazione con l’agenzia esperta del settore Civita-Opera.
Dove siamo

Montepulciano e le sue Chiese

Chiesa di San Biagio

Ad un purissimo Rinascimento appartiene l'altra opera grandiosa di Montepulciano, quella che da sola costituirebbe il vanto di una grande città: il tempio della Madonna di san Biagio.

La Cattedrale

L’attuale duomo, o cattedrale, di Montepulciano fu costruito, con notevole sforzo economico, nel corso di quasi un secolo, dal 1594 al 1680.

Chiesa di Sant'Agostino

Sorge anch'essa nel centro della città. La bella facciata gotico-rinascimentale, che si eleva su un ampia scalinata, è del secolo XV, eseguita dallo scultore e architetto fiorentino Michelozzo Michelozzi.

Chiesa di Santa Lucia

La bella facciata barocca in travertino è stata realizzata nel 1653 su disegno di Flaminio del Turco. L'interno, a una sola navata, è dominato dal bellissimo altare maggiore con un Crocifisso ligneo del XVI secolo, opera di Giovanni Battista Alessi di Montepulciano.

Chiesa di Santa Maria

Sorge isolata in fondo al bel viale dei Tigli (proseguimento di via del Poliziano) dal quale si ammira un insolito, quanto suggestivo, panorama dei monti e della campagna circostante.

Chiesa del Gesù

La chiesa, a pianta centrale, ha al suo interno tre altari, di cui quello maggiore è dedicato al Santissimo Nome di Gesù, quello di destra alla Madonna delle Tre Ave e quello di sinistra al Sacro Cuore.

  • Chiesa di San Biagio

    Ad un purissimo Rinascimento appartiene l'altra opera grandiosa di Montepulciano, quella che da sola costituirebbe il vanto di una grande città: il tempio della Madonna di san Biagio.

  • La Cattedrale

    L’attuale duomo, o cattedrale, di Montepulciano fu costruito, con notevole sforzo economico, nel corso di quasi un secolo, dal 1594 al 1680.

  • Chiesa di Sant'Agostino

    Sorge anch'essa nel centro della città. La bella facciata gotico-rinascimentale, che si eleva su un ampia scalinata, è del secolo XV, eseguita dallo scultore e architetto fiorentino Michelozzo Michelozzi.

  • Chiesa di Santa Lucia

    La bella facciata barocca in travertino è stata realizzata nel 1653 su disegno di Flaminio del Turco. L'interno, a una sola navata, è dominato dal bellissimo altare maggiore con un Crocifisso ligneo del XVI secolo, opera di Giovanni Battista Alessi di Montepulciano.

  • Chiesa di Santa Maria

    Sorge isolata in fondo al bel viale dei Tigli (proseguimento di via del Poliziano) dal quale si ammira un insolito, quanto suggestivo, panorama dei monti e della campagna circostante.

  • Chiesa del Gesù

    La chiesa, a pianta centrale, ha al suo interno tre altari, di cui quello maggiore è dedicato al Santissimo Nome di Gesù, quello di destra alla Madonna delle Tre Ave e quello di sinistra al Sacro Cuore.

Informazioni

Requisiti per i padrini e le madrine

REQUISITI PER SVOLGERE IL RUOLO DI PADRINO O MADRINA IN OCCASIONE DEL BATTESIMO E DELLA CRESIMA

Per i padrini/madrine, che dovrebbero essere delle guide nella fede per i loro figliocci, si richiedono requisiti specifici che non sono richiesti ai testimoni di nozze e sono specificate al can. 874 del Codice di Diritto Canonico:

Can. 874 - §1. Per essere ammesso all'incarico di padrino, è necessario che:

1. Sia designato dallo stesso battezzando o dai suoi genitori o da chi ne fa le veci oppure, mancando questi, dal parroco o dal ministro e abbia l'attitudine e l'intenzione di esercitare questo incarico;
2. Abbia compiuto i sedici anni, a meno che dal Vescovo diocesano non sia stata stabilita un'altra età, oppure al parroco o al ministro non sembri opportuno, per giusta causa, ammettere l'eccezione;
3. Sia cattolico, abbia già ricevuto la confermazione, il santissimo sacramento de/l'Eucaristia e conduca una vita conforme alla fede e a/l'incarico che assume;
4. Non sia irretito da alcuna pena canonica legittimamente inflitta o dichiarata;
5. Non sia il padre o la madre del battezzando.

Non possono fare perciò da padrini quelle persone che:

• sono sposate solo civilmente
• sono conviventi
• sono divorziate
• sono separate ma convivono con un altro partner

Potrebbero fare da padrini persone separate ma non conviventi che non hanno chiesto il divorzio o persone divorziate che però siano state costrette a subire il divorzio. In questi casi parlarne preventivamente con il Parroco per valutare la situazione. Per poter fare da padrino bisogna chiedere personalmente il nulla osta (Documento di idoneità dei padrini) al Parroco della Parrocchia in cui al momento si è domiciliati. Al battesimo ci può essere o un solo padrino o una sola madrina o un padrino e madrina insieme. Non sono ammessi due padrini o due madrine. Per la cresima non è obbligatorio che il padrino o la madrina siano dello stesso sesso del figlioccio/a. Per ulteriori chiarimenti contatta uno dei sacerdoti all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ringraziamento per san Biagio

Ringraziamento per san Biagio

Ringraziamento del Parroco don Domenico Zafarana
al termine dell’Eucaristia nella solennità di San Biagio

Montepulciano, 3 febbraio 2016

La celebrazione eucaristica che abbiamo vissuto, Eccellenza, è rappresentativa di questa comunità che, di domenica in domenica – ormai da quasi cinque secoli – si ritrova in questo edificio sacro, chiamato Tempio, per lodare e benedire il Signore. In questo giorno c’è tanta gratitudine: gratitudine a Dio per chi, ogni giorno e ogni settimana, si prende cura sia della Chiesa sia dell’annessa Canonica, nuovamente abitata da un Parroco dopo diversi decenni.

Gratitudine per chi apre, chi chiude, chi si occupa dei fiori, chi si preoccupa di rendere tutte le celebrazioni sempre più belle, chi si occupa della manutenzione ordinaria e straordinaria dell’edificio, come i consiglieri delle Opere Ecclesiastiche Riunite. In questa festa voglio esprimere particolare gratitudine al coro di voci giubilanti che, dalla scorsa primavera, per un disegno della Provvidenza, si riunisce in questi locali per pregare, animare l’Eucaristia e stare insieme. E’ un gruppo che cresce e di questo rendiamo grazie a Dio.

Proprio ieri, nell’incontro con le catechiste, avrà potuto notare la diversità di caratteri e nel contempo la sinodalità che si cerca di mettere in pratica. E’ la diversità che caratterizza questa comunità nel suo insieme! Nonostante differenti vedute, la fede cristiana ci invita a cercare l’unità, sempre e comunque.

Le chiedo di pregare per questa comunità di San Biagio; le chiedo di pregare in particolare per le famiglie che si ritrovano qui il sabato pomeriggio. Grazie della fiducia che ripone in noi! San Biagio la renda sempre più testimone per noi e in mezzo a noi. Buona festa a lei e a tutti i poliziani.

Il Te Deum di ringraziamento per l'anno 2017

La preghiera di ringraziamento al termine dell'anno 2017

Preghiera di ringraziamento al termine dell’anno civile 2017
+ Parrocchie di Montepulciano +

Mane nobiscum, Domine!

Come i due discepoli del Vangelo, ti imploriamo, Signore Gesù: rimani con noi nel nuovo anno che, tra poche ore, cominceremo! Tu, divino viandante, esperto delle nostre strade e conoscitore del nostro cuore, non lasciarci prigionieri delle ombre della sera.

Sostienici nella stanchezza, perdona i peccati che abbiamo commesso in questo anno che si avvia a conclusione, e orienta i nostri passi sulla via del bene. 

Benedici i 25 bambini che abbiamo presentato al fonte battesimale;

accompagna nel loro cammino di ricerca i 15 ragazzi cresimati, spesse volte affascinati da effimere certezze perché assetati di Assoluto e bisognosi di guide vere.

Benedici gli anziani, che continuano a pregarti nelle nostre chiese, come l’anziano Simeone pregava nel tempio in attesa della tua rivelazione.

Benedici le nostre famiglie – soprattutto le 22 coppie che si sono costituite quest’anno col Sacramento del Matrimonio – e fa che si allontani da questa comunità il flagello della disunione e della discordia, perché regni sempre la pace e la concordia.

Ti affidiamo, speranza che non delude, le martoriate terre della Somalia, del Burundi, della Repubblica democratica del Congo, del Sud Sudan, della Nigeria, del Venezuela e i fratelli cristiani dell’Egitto. Proteggi tutti coloro che, in fuga dai vari Paesi, cercano un futuro diverso, migliore, più umano.

Ti chiediamo di sostenere con la tua vivificante forza gli ammalati nel corpo e nello spirito, perché possano portare con dolce fortezza il peso della croce di questa vita terrena.

Benedici, pastore eterno, quanti amministrano la cosa pubblica; vigila sulle catechiste che, con obbediente dedizione, dedicano il loro ministero per la trasmissione della fede ai più piccoli di questa città.

Accogli nella luce del tuo Regno i 25 fratelli defunti che sono passati a te da questo mondo: dono loro la pace e la gioia perenne.

Benedici il nostro Vescovo Stefano, che il Signore ha chiamato a servire questa Chiesa diocesana, e i sacerdoti che – con le loro debolezze e la loro premurosità – spezzano ogni giorno il pane eucaristico per la santificazione di questa comunità.

Assisti le religiose del Santo Volto di Gesù e le Figlie del Divino Zelo che, con instancabile dedizione, in questa città, alleviano le sofferenze degli anziani, delle mamme e dei piccoli. Proteggi i padri Domenicani, custodi del santuario cittadino, nell’anno centenario della nascita al cielo di Sant’Agnese, nostra celeste protettrice.

Benedici, amico degli uomini, tutta l'umanità: coloro che ti cercano e coloro che, pur non riconoscendoti, in fondo al cuore, sono bisognosi di te e aspirano alla pace del cuore.

Nell'Eucaristia ti sei fatto "farmaco d'immortalità": dacci il gusto della vita piena, che ci faccia camminare su questa terra come pellegrini fiduciosi e gioiosi, guardando sempre al traguardo della vita che non ha fine.

Rimani con noi, Signore, nel nuovo anno che, con gioia e tremore,

cominciamo sotto la celeste protezione di Maria, Madre di Dio e Madre della Chiesa! Interceda nel nuovo anno anche Giovanni il Battista, nostro custode e protettore, al quale affidiamo le otto Contrade. Rimani con noi, Gesù, Salvatore e Redentore, nostra pace e salvezza: rimani con noi!

Utilità

Download

Sussidio della CEI

Disponibile il sussidio preparato dagli uffici della CEI sui tempi forti di Quaresima e Pasqua che stiamo vivendo come comunità cristiana che celebra il Cristo incarnato in unione con la Chiesa in Italia

La Chiesa Italiana

Cliccando sull'immagine scarica gli orientamenti pastorali per il decennio 2010-2020 della Chiesa italiana che fanno da guida al cammino delle Diocesi.

Saluto ai naviganti

Cliccando sull'immagine scarica pure il saluto del nostro Parroco per tutti i visitatori che si "affacciano" virtualmente sulla nostra Parrocchia di Montepulciano

Il Consiglio Pastorale

Cliccando qui potete scaricare l'elenco dei membri di diritto e quelli scelti dal Parroco, nonchè lo Statuto del Consiglio pastorale parrocchiale (2015-2019) approvato dal Vescovo

Contatti

  • +39 0578 757126
  • +39 392 1847436
  • +39 0578 719537
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Indirizzo

  • Via di San Biagio, 14
    53045 Montepulciano (SI)

Social

Link